Nuova normalità

Trasformazione

E’ la crisi, bellezza. Stiamo vivendo un processo di mutazione del mondo e del mercato che verrà probabilmente ricordato come un vero proprio cataclisma epocale, caratterizzato da alcune fondamentali “trasformazioni”.

Da una parte, affrontiamo uno scenario di mercato sempre più complesso, competitivo e in cui la “nuova normalità” (per dirla con Gartner) sarà quella di governare cambiamenti sempre più veloci e repentini. La forza di una impresa sarà quella di reagire più velocemente e meglio delle altre ai cambiamenti, basando i propri processi produttivi  su “schemi predefiniti” (“pattern”), la qualità dei quali diventerà il vero fattore competitivo. Addio piani quinquennali, benvenute reattività e adattabilità.

Dall’altra parte tutto è più “grande”: distanze, dimensioni e complessità dell’ecosistema di riferimento. Da vicino a lontano, da piccolo a grande, da semplice a complesso. I problemi facili li abbiamo finiti tutti.

Infine, bisogna metabolizzare la semplice verità che in un mercato più grande, più complesso e competitivo, l’informazione è “potere”. I vecchi meccanismi di governo del business (relazioni, politica, esperienza personale) non bastano ormai più. È quindi necessità “ontologica” per il management di qualsiasi impresa, disporre del maggior numero possibile di informazioni, il più velocemente possibile, per abilitare il percorso virtuoso dato-informazione-conoscenza, fondamentale a reagire prontamente, valutare scenari, anticipare minacce, pianificare costi e rischi. In sostanza per vedere più avanti, meglio e prima degli altri.

Per affrontare queste trasformazioni, una impresa deve disporre di efficaci “sistemi tecnologici abilitanti”, ovvero di quell’insieme di tecnologie, sistemi e strutture di governo, tali da fornire il supporto necessario e permettendo all’impresa di raggiungere quelle caratteristiche di velocità e flessibilità necessarie ad affrontare i nuovi business (o il nuovo modo di fare business vecchi).

Inoltre è ormai giunto il momento di avviare il progressivo abbandono delle strutture e delle gerarchie, a favore di organizzazioni basate sul governo dei processi di business, al fine di valorizzare modelli efficienti, flessibili e veloci rispetto ai modelli gerarchici, magari efficaci, ma lenti e rigidi, focalizzando gli sforzi sul “governo” dei processi, piuttosto che sul “controllo” delle strutture.

Il mondo basato sulla “nuova normalità” sarà quindi un mondo in cui le tecnologie informatiche e delle comunicazioni saranno inseparabili e indistinguibili dai processi produttivi e dalla vita delle imprese. Non ci sarà organizzazione o sistema produttivo senza sistema informatico e informativo che lo supporti.

Quindi, il rapporto con le tecnologie informatiche deve cambiare e alla svelta e diventare più intenso, profondo e consapevole, tanto più se si pensa che i “metodi digitali” e i nuovi modelli “sociali” segnano il passaggio da tecnologie informatiche focalizzate sulla transazione e su informazioni strutturate (quindi, in sostanza tecnologie “evolutive”) a tecnologie basate su informazioni destrutturate e modelli collaborativi. E quindi tecnologie centrate sul fattore umano, potentemente pervasive e “rivoluzionarie”.

Ed è questa centralità dell’uomo, quasi un nuovo “umanesimo”, che rende questa fase storica così intellettualmente stimolante e così sfidante dal punto di vista professionale e personale.

E se è vero che dopo questa crisi nulla sarà come prima, sta a noi fare si che quello che verrà sia migliore di quello che è passato.

Se ne dovrà parlare.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: